Print   

Legge 30 novembre 2000 n.115

REPUBBLICA Dl SAN MARINO

DISPOSlZIONI STRAORDINARIE SULLA NA TURALIZZAZIONE

Noi Capitani Reggenti la Serenissinia Repubblica di San Marino

Promulghiamo e mandiamo a pubblicare la seguente legge approvata dal Consiglio Grande e Generale nella seduta del30 novembre2000.

Art.l

In attuazione ai principi di cui all'articolo 2 della Legge 30 novembre 2000 n.114, il Consiglio Grande e Generale concede in via straordinaria la cittadinanza sarnmarinese per naturalizzazione al cittadino di Stato estero maggiorenne:

1) che ha dimorato effettivamente per trenta anni continuativi, nel territorio della Repubblica; intendendosi per dimora esclusivamente i periodi di possesso della residenza anagrafica, del permesso di soggiomo ordinario o speciale continuativo; l'attestazione della dimora dovra essere rilasciata esclusivamente e tassativamente dai competenti uffici pubblici.

Per il coniuge di cittadino o di cittadina sammarinese, qualora non sia pendente o definito procedimento giudiziario di separazione persona1e o di nullita o di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, il periodo di dimora effettiva -intendendosi per dimora quanto sopra specificato- e di quindici anni continuativi;

2) che ha dimorato effettivamente e continuativamente dalla nascita nel territorio della Repubblica, a condizione che a1meno uno dei. genitori o degli ascendenti di secondo grado abbia dimorato effettivamente in Repubblica per trenta anni continuativi. Si intende per dimora quanto specificato al superiore punto 1 ).

Nel caso l'ascendente di cui al punto 2) del presente articolo sia deceduto, il periodo di dimora effettiva dell'ascendente, anteriore alIa nascita del richiedente, e cumulato con l'eta del richiedente stesso fino a raggiungere i trenta anni.

Chi richiede la naturalizzazione deve avere la residenza anagrafica ed effettiva ne1 territorio della Repubblica alIa data di approvazione della presente legge.

La cittadinanza sammarinese per naturalizzazione si estende da subito a1 figlio minorenne se entrambi i genitori diventano cittadini natura1izzati ovvero se il padre diventa cittadino natura1izzato e la madree gia cittadina sammarinese.

Qua1ora la cittadinanza sammarinese per natura1izzazione sia acquisita da uno solo dei genitori, pernlanendo I' altro nella cittadinanza estera, queSta si estende al figlio minorenne al raggiungimento della maggiore eta purche residente.

La domanda di naturalizzazione per i minori e presentata da1l ' esercente la potesta o la tutela ovvero da procuratore speciale nominato dal Commissario della Legge qua1e giudice tutelare.

Art.2

Non e ammesso alla naturalizzazione chi in Repubblica o In Stato estero:

1) ha riportato condanna per reato non colposo alla pena della prigionia superiore ad un anno;

2) .ha riportato condanna per reato non colposo alla pena da1l 'interdizione superiore ad un anno.

La decisione sulla richiesta di ammissione alIa naturalizzazione, avanzata da chi e sottoposto a procedimento penale, e sospesa fino alIa emanazione della sentenza penale definitiva.

Art.3

La domanda di naturalizzazione deve essere presentata alIa Segreteria di Stato per gli Affari Interni entro il 30 novembre 2001 ovvero entro sei mesi dal raggiungimento della maggiore eta nel caso previsto dal penultimo comma dell'articolo 1; i requisiti soggettivi di cui al primo e secondo comma dell'articolo 1 della presente legge devono essere posseduti alIa data di presentazione della domanda.

La superiore domanda, redatta in carta legale, e documentata dai seguenti certi.ficati in regola con il bollo:

a) di nascita;

b) di stato di famiglia;

c) di residenza e/o attestato di rilascio di pennesso di soggiomo ordinario o speciale continuativo, contenenti I'indicazione della relativa durata, nonche attestato di effettiva dimora;

d) del casellario civile e penale;

e) dei carichi pendenti.

I certificati devono recare data non anteriore a tre mesi rispetto alIa data di presentazione della richiesta; dei documenti depositati viene rilasciata ricevuta dalla Segreteria di Stato per gli Affari Interni che curera 1 'inoltro al Collegio del Tribunale Amrninistrativo di cui all' articolo 4 entro quindici giomi dalla data di presentazione della domanda di cui al prirno comma del presente articolo.

Nella domanda il richiedente ha l'obbligo:

1) di indicare le generalita esatte e complete anche dei minori ai quali la naturalizzazione richiede sia estesa, qua1ora trovi applicazione i] terz'ultimo comma dell' articolo 1 ;

2) di rinunciare spontaneamente ad ogni altra cittadinanza, qualora sia ammesso alla naturalizzazione.

Art.4

Le domande di naturalizzazione, sono esaminate dal Tribunale Amrninistrativo che redige apposito verba1e, dal quale risulti l' elenco dei richiedenti che sono in possesso dei requisiti per ottenere la naturalizzazione e 10 trasmette all'Ufficio Segreteria Istituzionale entro trenta giorni dalla scadenza del terrnine di cui al primo cornma dell' articolo 3.

A tal fine viene costituito un Collegio presieduto dal Giudice Amministrativo d' Appello e composto da due Giudici di Primo Grado designati dal Magistrato Dirigente, coadiuvati da un Cancelliere con funzioni di verbalizzante.

Art.5

Il Consiglio Grande e Generale concede la naturalizzazione mediante presa d' atto del verbale di cui al precedente articolo.

L 'Ufficiale di Stato Civile annota nei propri registri l'avvenuta naturalizzazione nella cittadinanza sammarinese e ne da comunicazione all' Autorita estera.

Art.6

Il cittadino naturalizzato deve prestare giuramento di fedelta alla Repubblica prescritto dalla Rubrica XL del Libro V delle Leges Statutae.

All' atto del giuramento il cittadino naturalizzato, del quale risultino all' estero iscrizioni anagrafiche o di Stato civile, deve esibire la documentazione della avvenuta comunicazione ai competenti enti o uffici stranieri della richiesta di rinuncia alle altre cittadinanze possedute. n cittadino naturalizzato deve altresi dichiarare, all'atto del giuramento, sotto la sua responsabilita civile e penale, dinon essere in possesso di ulteriori cittadinanze.

Qua1ora entro il successivo termine perentorio di un anno non sia formalizzata in maniera definitiva la perdita delle altre cittadinanze possedute, 1 'Ufficiale di Stato Civile procede alla cancellazione dell'interessato dai Registri della Cittadinanza.

La mancata prestazione del giuramento comporta automatica decadenza della concessione della cittadinanza.

Il cittadino maggiorenne naturalizzato deve prestare giuramento di fedelta avanti alla Reggenza ed al Segretario di Stato per gli Affari Interni entro il perentorio termine di sei mesi dalla data di concessione della naturalizzazione, salvo cause di forza maggiore.

Alle formalita previste nel secondo e nel terzo comma del presente articolo e tenuto il cittadino minorenne naturalizzato ai sensi del penultimo comma dell ' articolo 1 entro il perentorio termine di un anno dal raggiungimento della maggiore eta.

Art.7

Chiunque ai fini dell'acqwsto della cittadinanza rilascia dichiarazioni o produce documentazione non veritiera e punito a norma delle vigenti disposizioni del Codice Penale e viene cancellato dai Registri della Cittadinanza con provvedimento del Giudice Penale.

Del provvedimento emanato dal Giudice Penale e data comunicazione al Consiglio Grande e Generale.

Il pubblico ufficiale che rilascia false certificazioni, dichiarazioni o attestazioni ai fini di cui alla presente legge e punito ai sensi del Codice Penale.

Art.8

La presente legge entra in vigore il 1 gennaio 2001.

Data dalla Nostra ResidenzaJ addi4dicembre2000/1700d.F.R.

I CAPITANI REGGENTI(Gian Franco Terenzi- Enzo Colombini)

IL SEGRETAR10 DI STATO PER GLI AFFARI INTERNI

(Francesca Michelotti)